MensTennisForums.com - View Single Post - The classe of '89 thread

View Single Post

Old 12-17-2007, 10:49 AM   #37
country flag Mr Brightside
Registered User
 
Mr Brightside's Avatar
 
Join Date: Sep 2006
Posts: 5,982
Mr Brightside has a reputation beyond reputeMr Brightside has a reputation beyond reputeMr Brightside has a reputation beyond reputeMr Brightside has a reputation beyond reputeMr Brightside has a reputation beyond reputeMr Brightside has a reputation beyond reputeMr Brightside has a reputation beyond reputeMr Brightside has a reputation beyond reputeMr Brightside has a reputation beyond reputeMr Brightside has a reputation beyond reputeMr Brightside has a reputation beyond repute
Default Re: The classe of '89 thread

L'INTERVISTA/Thomas Fabbiano
'Giocherò le quali di uno Slam'

Una stagione d’oro quella di Thomas Fabbiano, che ha chiuso l’anno al settimo posto nel ranking mondiale junior (ad aprile era stato anche n. 6). Il 18enne di Grottaglie è stato semifinalista sia all’Australian Open che agli Us Open junior, e vincitore del titolo di doppio sulla terra parigina in coppia con il bielorusso Andrei Karatchenia. Nel circuito “pro”, Thomas ha vinto il 10mila dollari di Olbia, è stato finalista nel “15mila” di Modena, semifinalista nei “10mila” di Palazzolo e Sassari, ed è arrivato nei quarti nel challenger di Trani ($50.000): risultati che lo hanno portato a sfiorare l’ingresso nei top-500 del ranking Atp.
Come definiresti il tuo 2007?
”Sorprendente”.
Se ti avessero predetto tutto questo ad inizio anno, ci avresti creduto?
”Ad essere sincero, no. Ero partito con l’idea di guadagnare almeno 20 punti Atp, di chiudere la stagione tra i primi cinque junior e fare un buon risultato in uno Slam. Due di questi obiettivi li ho raggiunti e superati: i punti nel ranking mondiale sono 50, ho centrato le semifinali in due Slam ed ho vinto il trofeo di doppio al Roland Garros. Ma soprattutto sono soddisfatto per i progressi mentali, tecnici e fisici ottenuti. Ora vedo il tennis in modo più professionale”.
Il match da ricordare e quello da dimenticare...
”La vittoria del mio primo torneo da professionista: la finale dell’Itf di Olbia, vinta per 76 al terzo set su Massimo Dell’Acqua. La partita da dimenticare, invece, quella giocata giusto una settimana prima: la semifinale dell’Us Open junior persa sempre per 76 nel set decisivo contro il polacco Jerzy Janowicz”.
Giusto per chiudere al meglio, anche un bel periodo di preparazione in Spagna...
”A Maiorca, nelle isole Baleari, con un compagno di allenamento niente male, Rafael Nadal, che mi ha invitato per un paio di settimane. Il lavoro è intenso: due ore la mattina e due il pomeriggio con sedute di atletica e tanta palestra. Però è il più bel regalo di Natale che potessi ricevere”.
Programmi ed obiettivi per la prossima stagione?
”Sarà il primo anno che giocherò per intero da professionista, perché non dovrò alternare i tornei junior con quelli Atp. Comincerò giocando alcuni futures per poi buttarmi nelle qualificazioni dei challenger: il mio obiettivo è entrare nel tabellone di qualificazione in uno torneo dello Slam”.
E Roma?
”C’è chi sogna di giocare gli Internazionali d’Italia almeno una volta nella vita: io l’ho già fatto due volte. E’ stato emozionante ma sarebbe fantastico riuscire a giocarli senza l’aiuto della wild card”.
__________________
R.I.P. Fede
Mr Brightside is offline View My Blog!   Reply With Quote